Qual è la segnaletica di sicurezza del Vinitaly a Verona?

Qual è la segnaletica di sicurezza del Vinitaly a Verona?

Se vivi anche tu a Verona, la città dove ha sede la nostra azienda, sai bene durante i giorni del Vinitaly è molto difficile per noi parlare d’altro. Questa manifestazione è ormai nel DNA di ogni veronese: ci siamo affezionati perché, oltre a creare un grande movimento commerciale, ci dà l’opportunità di viaggiare tra le culture vitivinicole di tutto il mondo in poche ore ed armati solo di calice e curiosità.

Abbiamo quindi deciso di unire la nostra “veronesità” alla nostra deformazione professionale e ci siamo chiesti: qual è la segnaletica di sicurezza che Verona Fiere ha giustamente dovuto utilizzare nella preparazione del quartiere fieristico per Vinitaly 2017?  Ecco una breve carrellata di alcuni cartelli e di relativi rischi.


Presenza materiale in deposito, scarti e rifiuti

Segnaletica-di-sicurezza-Verona-Vinitaly-2017Della fiera, noi visitatori vediamo la facciata pubblica, quella degli stand ordinati, eleganti e a volte anche spettacolari. Dietro le quinte, però, è inevitabile che il lavoro di espositori ed allestitori lasci materiali residui delle lavorazioni che devono essere smaltiti o conservati per le successive fasi di smontaggio. Verona Fiere ricorda inoltre che è obbligatorio per gli operatori diretti l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), elementi importantissimi anche della segnaletica aziendale.

Questi cartelli di sicurezza segnalano il rischio di puntura, taglio, urto o inciampo sui materiali in deposito, anche perché le esigenze logistiche potrebbero richiederne la presenza negli stand e nelle aree comuni. In questo contesto è inoltre possibile trovare schegge di legno, di vetro (bicchieri, bottiglie e vetrine si possono rompere…) o di metallo anche in aree non circoscritte.


Mezzi con motori a combustione

Perché mai dovrebbero esserci dei mezzi di questo genere all’interno dei padiglioni? Pensiamo ad esempio alle operazioni di carico/scarico delle merci destinate agli spazi espositivi, ai punti di ristoro o altri servizi della fiera. Con questo segnale di sicurezza, Verona Fiere impone che la sosta degli automezzi da trasporto all’interno dei padiglioni avvenga solo se consentita e limitata al tempo strettamente necessario al carico e scarico, comunque inferiore ai 60 minuti.

Il rischio che questo cartello segnala è la presenza di gas tossici all’interno delle aree coperte. Nel regolamento dell’Ente Fiere di Verona, infatti, i mezzi possono essere tenuti in moto esclusivamente per motivi tecnici e per tempi ristretti, a meno che non siano muniti di adeguati sistemi di aspirazione dei gas.


Promiscuità di persona a piedi e mezzi di trasporto

Persone a piedi, veicoli e tanti alcolici… le premesse per un disastro! Battute a parte: durante una manifestazione fieristica che attira un grande numero di operatori e di visitatori è essenziale segnalare con cura le zone di passaggio promiscuo, pedonale e per mezzi a motore. Viene dunque in aiuto anche la segnaletica stradale. L’accesso ai veicoli è consentito solo per cause motivate. Questi devono procedere con prudenza e a passo d’uomo, ossia entro i 5 km/h; la precedenza è sempre dei pedoni.

Chi circola a piedi per motivi di servizio in queste aree del quartiere fieristico deve inoltre indossare sempre gli appositi indumenti ad alta visibilità. In prossimità di veicoli o altri dispositivi meccanizzati, questi DPI fanno in modo che il pedone venga notato in qualunque condizione di luce, da quella diurna a quella dei fari nel buio.


Rischio elettrico

Questo segnale avvisa del rischio di fulminazione con apparecchiatura elettriche di proprietà di Verona Fiere, anche derivate dal contatto con parti elettriche che potrebbero essere ritenute (erroneamente) non in tensione. Verona Fiere impone il divieto assoluto di manomettere i quadri elettrici messi a disposizione per l’erogazione di energia. Le manovre sono infatti consentite solamente alle ditte fiduciarie specializzate e incaricate dall’ente.

In generale, per evitare rischi, si consiglia di ritenere le parti elettriche comuni o comunque non note come in tensione. Gli operatori che devono intervenire sugli impianti dei singoli stand o di altre aree devono operare come se l’impianto fosse alimentato.


Locali tecnologici

Questi locali sono ovviamente delimitati, ma viene comunque affissa una cartellonistica specifica per identificare il locale e ne vieta l’accesso agli estranei. I cavedi tecnici ed i cunicoli sono da considerarsi spazi confinati ai sensi del DPR 177/2011; in generale, gli spazi contrassegnati con questo cartello sono accessibili solo alle ditte specificatamente incaricate. Queste hanno inoltre la responsabilità di vigilare sulla chiusura delle porte e sugli accessi.

All’interno di questi locali possono essere presenti macchine, attrezzature, sostanze o materiali pericolosi: ecco perché il rischio derivato dall’accesso a personale non autorizzato deve essere ben segnalato.


Superfici scivolose/bagnate

Durante una manifestazione come il Vinitaly è molto facile che ci siano pavimenti, scale o passaggi in genere bagnati e, quindi, scivolosi e pericolosi. Tanto per cominciare, il protagonista della manifestazione è un liquido; ma pensiamo anche solo ai locali dove vengono lavati migliaia di bicchieri ogni giorno. Laddove è esposto questo cartello di avviso di pericolo è dunque importante transitare con prudenza.

Il rischio di scivolamento va segnalato anche nel caso in cui sia temporaneo, ad esempio quando il pavimento viene ripulito dopo il rovesciamento di una bottiglia di vino. In casi come questi va utilizzato l’apposito segnale a cavalletto.


Pericolo stazionamento ubriachi

Segnaletica-di-sicurezza-Verona-Vinitaly-2017-pericolo-ubriachiNo, stiamo scherzando… questa segnaletica di sicurezza a Verona non c’è, nemmeno al Vinitaly! E, per chi apprezza nel giusto modo questa bellissima manifestazione e quello che offre, non ce n’è bisogno. La vita è piena di occasioni nelle quali vale la pena bere un buon bicchiere di vino… e anche parlare di segnaletica di sicurezza! Tieni d’occhio il nostro blog: ti terremo aggiornato con riflessioni su argomenti legati al nostro lavoro, con alcune curiosità che vogliamo condividere con te e anche con alcune storie divertenti per qualche minuto di svago. Prosit!

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *